Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: VIAGGIO NELLA LETTERATURA CON LA PSICOLOGIA

Buongiorno, oggi in collaborazione con Thrillernord, pubblico l'appuntamento mensile con la rubrica di psicologia. Partendo dal libro Il volto dell'assassino di Amy McLellan (trovate la recensione sul blog) vi parlo di prosopagnosia, disturbo del quale è affetta la protagonista del libro.

Autore: Amy McLellan
Traduzione: Maria Elisabetta De Medio
Editore: Corbaccio
Genere: Thriller
Pagine: 360
Anno di pubblicazione: 2020 Link d'acquisto: https://amzn.to/31C3nor
In seguito a un drammatico incidente, Sarah ha cominciato a soffrire di un disturbo neurologico molto particolare: ha perso in parte la memoria, ma soprattutto non riesce più a riconoscere i volti delle persone. Da allora vive con la sorella vedova e con il nipote. Fino a quando, una sera, qualcuno si introduce a casa loro e, mentre Sarah guarda la televisione, la sorella viene pugnalata a morte. Sarah accorre sentendo delle grida provenire dalla cucina, e vede un uomo accanirsi sul corpo della sorella. Ma lei sa che …

RUBRICA: Un viaggio nella psicologia e nella letteratura

Buongiorno a tutti, come vi avevo già detto nella presentazione del blog, collaboro da più di due anni con Thrillernord. Da un paio di mesi ho aperto una mia rubrica "Un viaggio nella psicologia e nella letteratura" . Ho scelto di parlare in questo appuntamento di un libro davvero emozionante e profondo Marta che aspetta l'alba. Ho parlato di Basaglia, della sua rivoluzione, della legge 180 con i suoi pro e contro.
Marta che aspetta l'alba

Autore: Massimo Polidoro
Editore: Edizioni Piemme
Pagine: 166
Genere: Narrativa
Data di pubblicazione: 30 Gennaio 2019 

TRAMA   
Sola e con una figlia, Mariuccia accetta di fare domanda come infermiera all’ospedale psichiatrico di Trieste. è magliaia, non sa nulla di malati psichiatrici, ma decide comunque di provarci. Quello è un lavoro sicuro, e Mariuccia ha una disperata necessità di mantenersi. Ma il mondo che gli si spalanca di fronte è completamente diverso da ciò che immaginava. Gli infermieri sono secondini, devono pensare a spazzare, alle pulizie, non certo prendersi cura dei pazienti. A loro si dedica la signora Clelia, la terribile caporeparto dagli occhi gelidi, mentre il medico è una presenza invisibile e distante. A Mariuccia si presenta una quotidianità fatta di trattamenti inumani, di legacci, camicie di forza, bagni ghiacciati, elettroshock, gabbie di contenzione, stanzini di punizione, e guai a chi fiata. Tutto le appare assurdo, anche se giorno dopo giorno vi si adatta come fosse normale: dopotutto è solo un’infermiera e deve obbedire agli ordini. C’è anche una ragazza tra quei muri. Una ragazzina senza nome e senza diritti, come tutti lì dentro. Mariuccia scoprirà solo dopo diverse settimane che si chiama Marta.

Qui potete trovare il seguito della rubrica

💔💔💔💔💔💔💔💔💔/10💔




Commenti

  1. Ciao sono alexandra, nuova lettrice del blog. Non conosco questo libro e la sinossi mi piace tantissimo infatti lho segnato in wl. Spero passerai da me a ricambiare La sabbia nella clessidra Un bacio

    RispondiElimina
  2. E' un libro davvero interessante e toccante, ti piacerà. Ti seguirò con piacere.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari