Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: 2MAMME4LIBRI

Buon pomeriggio, è tornato l'appuntamento mensile con la rubrica 2mamme4libri in collaborazione con Francesca Righi. Questa volta il tema scelto è il cibo e di conseguenza abbiamo scelto due libri a testa che trattano di cibo. Per i bambini ho scelto I tre tortellini di Roberto Piumini, mentre per i più grandi ho scelto Estasi culinarie di Muriel Barbery.
ESTASI CULINARIE Autrice: Muriel BarberyEditore: Edizioni e/oPagine: 139Data di pubblicazione: 3 marzo 2010Genere: romanzoLink d'acquisto:https://amzn.to/3mZlGvO

Nel signorile palazzo di rue de Grenelle, già reso celebre dall'"Eleganza del riccio", monsieur Arthens, il più grande critico gastronomico del mondo, il genio della degustazione, è in punto di morte. Il despota cinico e tremendamente egocentrico, che dall'alto del suo potere smisurato decide le sorti degli chef più prestigiosi, nelle ultime ore di vita cerca di recuperare un sapore primordiale e sublime, un sapore provato e che ora gli sfugge, il Sapo…

Segnalazione: Andrà tutto bene di Alma Rose


Una storia d’amore intensa, che sfida il tempo e le circostanze.
Con uno stile di scrittura e una struttura insolita per un romance, Alma Rose ci racconta la storia d’amore di Casia e Lorenzo.



Autore: Alma Rose
Editore: Self-publishing
Pagine: 115
Data di pubblicazione: 27 maggio 2019
Genere: romanzo rosa
E' disponibile su Amazon e Kindle Unlimited

SINOSSI
Casia
Io Matteo l’ho sempre amato. L’ho amato quando mi ha lasciata sola e ferita. L’ho amato quando ho compreso e rispettato le sue decisioni. L’ho amato persino quando avrebbe dovuto sputarmi addosso parole di rabbia, e invece ha visto oltre la mia cattiveria e ha scosso il capo con un sorriso amaro.
 «Matteo mi ha chiesto di tenere due gatti di suo fratello, che parte, e non sanno dove mettere». 
Martina alza il viso dalla sua tazza di té e anche un sopracciglio.
«Quale Matteo?»
«Quel Matteo». 
Ora Martina alza tutte e due le sopracciglia. «È tornato dal mondo due morti?»
Non mi sfugge il suo tono sarcastico e supponente.
E la capisco. 
Lei c’era quando ho toccato il fondo. Quando lui mi ha strappato via il cuore dal petto e io ci ho messo mesi a tornare quella che ero. Una copia più cupa e cinica di me stessa. 
 Matteo
 Sono stato uno stronzo a dirle così: Io non posso avere una relazione”.
Ma non sono uno bravo con le parole. Preferisco essere brutale che correre il rischio di non essere chiaro. 
Voglio solo fingere anche solo per una volta che lei sia mia.
 Voglio scoprire cosa mi sto perdendo. Voglio scoprire cosa mi perderò, prima di rinunciarci, perché lo so già: per me e Casia non c’è un futuro. Non ci può essere. Io a lei ci devo rinunciare.
Il suo tono ora che è così eccitata è tutto nuovo per me: «Non hai idea di cosa mi fai».
Lo so cosa le faccio, lo so perché è lo stesso che sta facendo lei a me: mi sta rubando il cuore.




Commenti

Post più popolari