Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: VIAGGIO NELLA LETTERATURA CON LA PSICOLOGIA

  Buon pomeriggio, eccomi qui con un nuovo appuntamento con la rubrica di psicologia in collaborazione con Thrillernord. Autore: Torey Hayden Traduzione: Silvia Piracant Editore: Corbaccio Genere: Narrativa Pagine: 349 Anno di pubblicazione: 2009   “Zoo Boy. Le gambe del tavolo erano le sbarre della sua gabbia. Si dondolava, con le braccia sopra la testa, come a proteggersi. Avanti e indietro, avanti e indietro. Un’assistente lo spronava a uscire da sotto il tavolo, ma senza risultato. Lui si dondolava, avanti e indietro, avanti e indietro. “Lo guardavo standomene dietro uno specchio-finestra. “Quanti anni ha?” chiesi alla donna che era alla mia destra. “Quindici”. Non si poteva dirlo più un ragazzo. Mi appoggiai contro il vetro, per vederlo meglio. “Da quanto è qui?” domandai. “Quattro anni.” “Senza mai parlare?” “Senza mai parlare.” La donna alzò gli occhi a guardarmi, nella tetra oscurità di quella stanza dietro lo specchio. “Senza mai far sentire il suono della sua voce”. Così

Blog tour: I caffè della libertà. Quattro motivi per leggerlo!

Buongiorno, oggi il blog ha il piacere di partecipare al Blog tour di I caffè della Libertà. Vi darò quattro buoni motivi per leggere il libro!
  1. L'autrice paragona il blog al bar per far comprendere meglio al lettore come dovrebbe essere un blog. In un bar che si frequenta spesso si incontrano quasi sempre le stesse persone, si chiacchiera, ci si confronta, si condividono esperienze. Anche il blog è un luogo dove chiacchierare e condividere esperienze, dove raccontare e raccontarsi. Se si ha voglia ci si può anche isolare un po' al bar scegliendo un tavolino appartato mentre nel blog si può scrivere senza per forza interagire con i social.
  2. L'autrice utilizza un tono colloquiale e diretto rendendo la lettura molto piacevole e coinvolgente. La Ceriegi scrive come se si stesse rivolgendo ad una sua amica e ciò rende la lettura più scorrevole e chiara. Il lettore in questo modo si sente coinvolto in prima persona, si sente tirato in causa e ciò l'ho trovato molto divertente ed originale!
  3. Se ami il caffè e fare la colazione al bar non puoi non leggere I caffè della libertà! Devo dire che la copertina è molto eloquente al riguardo 😉 La narrazione si snoda tra i vari bar della città in cui vive l'autrice. Lei ama il "macchiatone" ma non disdegna un caffè shackerato o aromatizzato alla cannella. E il caffè fatto con la moka a casa? Non ha paragoni, soprattutto se vuoi prenderti una pausa di qualche minuto durante la scrittura di un articolo per il blog. Se la chiacchierata merita più attenzione e concentrazione è necessario un rinforzo quindi accanto al caffè si prende un dolcetto o ci si ferma per un pranzetto veloce.
  4. Il libro non è nato come un manuale ma come un percorso narrativo in cui l'autrice non dice cosa si deve fare quando si apre un blog ma racconta la sua esperienza personale. La Ceriegi parla di blogging come se stesse raccontando ad un amico la nascita di Trippando senza utilizzare paroloni tecnici ma dando consigli preziosi alla portata di tutti. I caffè della libertà è un libro utile soprattutto a chi si affaccia per la prima volta in questo mondo che con tanto impegno può dare molti frutti e soddisfazioni così come è accaduto all'autrice.

Commenti

  1. Ho proprio oggi inserito questo libro nella mia wl, mi sembra stra-interessante!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari