Passa ai contenuti principali

In primo piano

Segnalazione: Castelli di sabbia

Segnalazione: Castelli di sabbia dei coniugi inglesi Alice e Claude Askew 


Titolo: Castelli di sabbia
Autore: Alice e Claude Askew
Editore: Scrittura & Scritture
Traduzione: Sabina Ferri
Prezzo: € 14,00
EAN: 9788885746
Pagine:272
Formato: 14,5 X19,5 copertina con alette
Legatura: brossura filo refe
Collana: VociRiscoperte

Maggie Carvel trascorre un’esistenza tranquilla nel villaggio inglese di Sandstone, con l’amico del cuore Howard fino a quando non capita per caso nella sua vita Pierce Maloney, un irruente e affascinante gentiluomo irlandese. Ha così inizio un sogno di felicità: l’amore passionale di Pierce, i suoi modi raffinati, porteranno la giovane donna inglese in Irlanda. Nell’Isola di Smeraldo, selvaggia e conturbante, Maggie vivrà tra le mura di un grande castello. Conoscerà la vera indole irlandese ma anche i segreti della famiglia Maloney, incontrando ostacoli e pregiudizi che metteranno a dura prova il suo carattere e la sua crescita come donna.
Un romanzo, nelle atmosfere e nello stile, alla Jane Austen, dove amore, passione, sregolatezza e sentimento convivono con la ragione, il sacrificio e la sensibilità.

GLI AUTORI
Alice (1874 -1917) e Claude (1865-1917) Askew, coniugi e acclamati scrittori londinesi, hanno scritto a quattro mani numerosi romanzi pubblicati in serie sui più importanti quotidiani dell’epoca, dando vita a una proficua collaborazione che li unì per tutta la vita.
Arrivò il successo con il romanzo “The shulamite”, prodotto dalla Paramount Pictures per un film muto col titolo “Sotto la frusta”, diretto da Sam Wood e interpretato da Gloria Swanson. Ebbero una vita anche avventurosa, viaggiando spesso per il mondo in pieno conflitto mondiale; fu appunto fatale per entrambi uno dei loro innumerevoli viaggi. Nell’ottobre del 1917, il piroscafo “Citta di Bari”, sul quale la coppia viaggiava verso Corfù, salpato da Taranto, fu colpito da un siluro tedesco, e affondato. Il corpo di Claude non venne mai ritrovato, mentre quello di Alice fu rinvenuto sulla spiaggia dell’isola di Korcula. La scrittrice venne riconosciuta per i telegrammi e i documenti che portava addosso. È stata sepolta lì, il 30 ottobre 1917; solo una croce di pietra a ricordarla.

Commenti

Post più popolari