Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: VIAGGIO NELLA LETTERATURA CON LA PSICOLOGIA

Buongiorno, oggi in collaborazione con Thrillernord, pubblico l'appuntamento mensile con la rubrica di psicologia. Partendo dal libro Il volto dell'assassino di Amy McLellan (trovate la recensione sul blog) vi parlo di prosopagnosia, disturbo del quale è affetta la protagonista del libro.

Autore: Amy McLellan
Traduzione: Maria Elisabetta De Medio
Editore: Corbaccio
Genere: Thriller
Pagine: 360
Anno di pubblicazione: 2020 Link d'acquisto: https://amzn.to/31C3nor
In seguito a un drammatico incidente, Sarah ha cominciato a soffrire di un disturbo neurologico molto particolare: ha perso in parte la memoria, ma soprattutto non riesce più a riconoscere i volti delle persone. Da allora vive con la sorella vedova e con il nipote. Fino a quando, una sera, qualcuno si introduce a casa loro e, mentre Sarah guarda la televisione, la sorella viene pugnalata a morte. Sarah accorre sentendo delle grida provenire dalla cucina, e vede un uomo accanirsi sul corpo della sorella. Ma lei sa che …

Un regalo sotto l'albero: Beauty and the Wolf di Giusy Moscato


Un regalo sotto l'albero: Beauty and the Wolf di Giusy Moscato


Kyle Thompson è un giovane e affascinante medico. Primo del suo corso di studi, gentile e disponibile con tutti, non si è mai concesso il lusso di innamorarsi. La sua famiglia, infatti,
nasconde un segreto, una maledizione che si attiverà il giorno del suo ventottesimo compleanno e lo
incatenerà per sempre al volere della luna, negandogli una vita normale. Quando incontra Valerie, troppo pura e dolce per essere trascinata in quel mondo, viene però meno
al patto fatto con se stesso, perché qualcosa, in quella ragazza, lo attira, portandolo a lottare contro
la sua stessa natura. Se il tuo destino fosse stato deciso secoli fa, potresti cercare di ribellarti? Riusciresti a proteggere la
donna che ami da ciò che sei e dai pericoli che ti minacciano?


ESTRATTO
«Valerie…» 
Una folata di vento gelido ci investì, facendola tremare. «Credo sia meglio tornare dentro», suggerii.
«Aspetta.» Si alzò e mi prese per mano, trascinandomi fino alla balaustra. L’abbracciai da dietro per riscaldarla. Io, da parte mia, ero abbastanza caldo da poter sciogliere
un iceberg… «Che cosa stiamo guardando?»
«Aspetta», ribadì. Pochi minuti dopo, un singolo fiocco di neve danzò dinanzi ai nostri occhi, subito seguito da un altro e un altro ancora. Una soffice nevicata si posò sul vialetto, sul prato, sugli alberi, sulle auto parcheggiate un po’ a caso e su quei pochi temerari che stavano passando la vigilia di Capodanno
fuori, fuggiti come noi dal frastuono della festa. In pochi minuti, ogni cosa fu dipinta di bianco. «Non è stupenda?» mi chiese la mia ragazza. Era felice come una bambina la mattina di Natale,
saltellante in attesa di aprire i doni che le aveva portato Babbo Natale durante la notte. «Tu sei più bella», le sussurrai, avvicinandomi al suo orecchio. La sua pelle di porcellana fu
scossa da un brivido di piacere. Si voltò, rossa per l’imbarazzo, e mi posò un casto bacio sulle labbra. «Non è vero, ma sei carino
a pensarlo.» Tutto d’un tratto, dentro la villa scese il silenzio. Controllai l’ora sul display del cellulare: erano le ventitré e cinquantanove. «Ci siamo quasi…»
Le urla dei miei colleghi tenevano al corrente tutto il Minnesota del countdown in corso. «Cinque… quattro… tre… due… uno… Buon anno!» Suggellai quel momento con un appassionato bacio che Valerie mi restituì con impeto. Nello stesso istante, fuochi d’artificio esplosero per tutta la città, colorando il cielo del nuovo anno, un anno che per me si apriva non solo con un’oscura prospettiva, ma anche con la certezza che ci
sarebbe stata Valerie con me.

L'AUTRICE
Giusy Moscato è nata nel 1991 a Cefalù, cittadina turistica siciliana dove vive tuttora. Dopo aver frequentato il liceo linguistico del proprio paese, ha conseguito la laurea triennale in Mediazione Linguistica e la magistrale in Traduzione per le relazioni internazionali presso l’Università degli
Studi di Palermo, specializzandosi in Sottotitolaggio per Sordi e Audiodescrizione per Ciechi. Si è
appassionata alla scrittura già ai tempi della scuola elementare e ha proseguito negli anni, dedicandosi alla poesia prima e alla prosa poi. Dopo aver lavorato sul romanzo d’azione con “Kunoichi Sen” ed essersi sperimentata con i racconti romance con “Se fosse amore?”, torna al suo genere preferito, il fantasy, con la serie “Beauty and the Wolf”, il cui primo volume ha già ottenuto un discreto successo su Wattpad.

Commenti

Post più popolari