Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: Un libro per riflettere

Buon pomeriggio, torna come ogni mese (ci fermeremo però ad agosto) la rubrica Un libro per riflettere in collaborazione con la dottoressa Ada Piacentini. Questa volta abbiamo scelto il tema dell'autismo e io ho lettoReperto Occasionale: l'autismo visto dall'autismo di Gianni Papa.

Autore: Gianni Papa Pagine: 148 Data di pubblicazione: 3 febbraio 2015 Genere: Narrativa Link d'acquisto: Amazon

Due genitori si accorgono che il loro primo figlio è autistico. Comincia una lenta discesa nell'inferno della riabilitazione dall'autismo, dei medici impreparati e sbruffoni, delle psicologhe agghiaccianti, delle persone normali orripilanti, degli esperti, degli analisti del comportamento. Un campionario umano bellissimo, visto dagli occhi dello stesso bambino disabile, che non è mai stato così abile. Un romanzo straziante, incredibile, forsennato come una bestemmia. L'autismo come non lo ha mai raccontato nessuno!
Ho scelto di leggere questo libro perché mi è piaciuta l'…

Un regalo sotto l'albero: Solo per me di Marialuisa Gingilli



🎄Un regalo sotto l'albero: Solo per me di Marialuisa Gingilli🎄


Titolo: Solo per me
Serie: Under the Irish Sky #1
Uscita: 6 dicembre 2018
Self Publishing
Pagine: 393
Prezzo: Digitale €. 1,99
Cartaceo €. 14,90

Margherita ha poco più di vent'anni, una storia, quella con Alessandro, che trascina da troppo tempo e un
cassetto pieno di sogni irrealizzati. Complice un viaggio tra gli incantevoli paesaggi d'Irlanda e un paio di occhi
verdi come i prati di quelle terre, si renderà conto che è arrivato il momento di abbandonare la sua
confortevole routine e lanciarsi nel vuoto, fare spazio ai propri desideri e accettare i propri sentimenti.
Ma si sa, a volte, l'amore ci porta su sentieri pericolosi... Margherita avrà il coraggio di percorrerli?


ESTRATTO
Salire in auto, arrivare a casa, gettarmi sotto la doccia.
Cancellare con l’acqua il dolore, la rabbia, la delusione. Di questo avevo bisogno. Misi la stessa maschera di indifferenza che tante volte avevo indossato nella mia adolescenza, quando di fronte agli amici facevo finta che tutto andasse bene, mentre il mio mondo
implodeva, pezzettino dopo pezzettino, sotto gli schiaffi di mio
padre e l’impotenza di mia madre. Silenzio. Avevo bisogno del silenzio. Avevo bisogno che il mondo si fermasse, che la smettesse di farmi girare come una trottola impazzita, che la finisse di alternare il dolore con poche, fuggevoli gioie, se poi il risultato era sempre un cuscino bagnato di lacrime. Mi chiusi nella mia stanza, pregando Susanna, nel nostro linguaggio muto fatto di sguardi e abbracci, di lasciarmi sola. Sola con me stessa, con la paura che sentivo nelle ossa, lo sconforto, il senso di perdita che si  intrecciavano intorno al mio cuore.


L'AUTRICE
Marialuisa Gingilli nasce a Roma nel 1983 ed è dal 2008 che vive nella splendida cornice dei Castelli Romani. Dopo aver trascorso cinque terrificanti anni presso il Liceo Scientifico Statale “Plinio Seniore”, capisce che nella sua vita potrà percorre qualsiasi strada, basta che non abbia a che vedere con le materie scientifiche. Nel 2002, quindi, inizia a frequentare la facoltà di “Lettere e Filosofia”, presso l’Università “La Sapienza”, con il sogno di diventare, un giorno, un’affermata giornalista di cronaca. Il destino, però, sa essere beffardo ed è così che nel 2006 comincia a lavorare per un’azienda di servizi alle imprese, dove, ancora oggi, i suoi migliori amici sono proprio i numeri. Impiegata - e mamma dal 2015 - a tempo pieno e da sempre grande appassionata di libri, nel 2017 decide per gioco di lanciarsi nella stesura del suo primo romanzo, scoprendo così che l’amore per la scrittura non l’ha mai davvero abbandonata. “Solo per me”, il suo romanzo d’esordio, esce il 6 dicembre 2018 in self publishing. Il seguito, “Non te l’ho mai detto” viene poi pubblicato il 27 giugno 2019. È di febbraio 2019, invece, la pubblicazione di “Se fosse Amore?”, raccolta di dodici racconti firmata assieme a Giusy Moscato, Martina Pirone e Melissa Pratelli.

Commenti

Post più popolari