Passa ai contenuti principali

In primo piano

#92 Profili letterari del Novecento di Salvatore La Moglie

Buongiorno, oggi pubblico la recensione di Profili letterari del Novecento di Salvatore La Moglie, edito Macabor Editore che ringrazio per la copia digitale.

 Autore: Salvatore La Moglie Editore: MacaborPagine: 184Anno di pubblicazione: 2020
Il volume raccoglie sedici profili di autori di dimensione internazionale che, nel Novecento, hanno operato da protagonisti lasciando un’impronta indelebile: Landolfi, Campana, Gadda, Spaziani, Buzzati, Ortese, D’Arrigo, C. Levi, Campo, Calvino, Caproni, Tabucchi, Bufalino, Gatto, Maraini e Berto. Da questi profili emerge non solo la particolare concezione della letteratura del ‘900 dell’autore ma uno spaccato della stessa nostra civiltà letteraria tanto segnata dal Decadentismo e dalla crisi dei valori
della società borghese che, purtroppo, continua in maniera accentuata nell’attuale fase segnata dalla globalizzazione e dal dominio assoluto della tecnica e di internet. Si tratta di un piacevole, arricchente e, pertanto, imperdibile viaggio nel cuor…

Un regalo sotto l'albero: Still I rise di Lady D.



Un regalo sotto l'albero: Still I rise di Lady D.


Se mi chiedeste un solo aggettivo per descrivere la mia vita, probabilmente vi direi: adrenalinica. Sì, perché è così che ho vissuto gran parte della mia esistenza; in sella a una moto da corsa su circuiti dove si arriva a sfiorare i 350 Km/h. Se chiedeste a un giornalista di descrivermi, vi direbbe sicuramente: pazzo scatenato, donnaiolo e rissoso. La verità è una sola: ho pochi limiti in pista, ancor meno nella vita. Ora chiedetemi se ne è valsa la pena giocarsi la vita in questo modo, di sicuro vi risponderei di sì.
In fondo sono fatto così. Sono nato per rischiare, dopotutto corro in MotoGP, dove la morte è una compagna che alita sul collo di ogni pilota. Mi chiamo Andrea Isotta e credo di aver preso una bella sbandata, ma questa volta la mia moto non c'entra nulla.
Sono completamente assuefatto da lei, ma devo essere discreto, devo andarci piano e questo non è nella mia indole. Sono nato per correre anche sulle piste più insidiose; sono nato per vincere, eppure con lei, mi sembra di andare contro un muro alla massima velocità, senza avere la benché minima possibilità di salvarmi.
È come l'isola di Man: non sai mai se ne uscirai vivo eppure rischi lo stesso. Rischierò fino in fondo.


ESTRATTO
«Dimostrami che è vero che mi ami» dico, e i suoi bellissimi occhi si spalancano ancor prima che finisca di parlare. «Lascia tutto e vieni via con me. Adesso.» 
«Adesso?» Le trema la voce. 
«Adesso», confermo. È così bella che mi toglie il fiato. «Tokio, New York… Decidi tu dove ricominciare.» Non ci posso fare niente. 
Devo mettere da parte il rancore che sento e affidarmi all’irrefrenabile bisogno di volerla proteggere che monta dentro di me. Sento di essere l’unico a poterlo fare e voglio farlo, perché tutti si meritano una seconda chance, anche le stronze come lei, nonostante abbia la sensazione di andare contro un muro alla massima velocità, senza avere la benché minima possibilità di salvarmi. 
«Ovunque, ma con te» risponde, cogliendomi di sorpresa con un bacio che fa sciogliere le mie labbra sulle sue. 
Il cuore inizia a battermi all’impazzata, come se volesse uscirmi dal petto e suicidarsi, saltando dalla prima finestra aperta che incontra. 
Il mondo smette di girare, il mio cervello di pensare. Sono la sua àncora e lei il mio ancora. 
La trascino sul letto, portando quel bacio al livello successivo. Il nostro gioco di lingue è rovente e in un attimo siamo in bilico sul fuoco. Tanto vale bruciarsi. Ci liberiamo velocemente dei vestiti. La sua pelle candida, profumata all’acqua di rose, contro la mia, piena d’inchiostro e cicatrici, mi dà alla testa. 
Dio, perdonami! 
«Voglio fare l’amore con te ogni notte e svegliarmi accanto a te ogni mattina» sussurra, contro il mio orecchio. «Ti amo con tutta me stessa, Andrea…»
Un brivido mi attraversa la schiena. Perdonami, perché forse anch’io la amo da quando ci siamo guardati per la prima volta, anche se non avrei dovuto. Perché il mio mondo si è fermato lì, in quella stanza, in quel preciso istante, ma non riesco ancora ad ammetterlo nemmeno a me stesso. 
«E so che anche tu mi amerai, prima o poi, e lo farai come non lo ha mai fatto nessuno» continua a sussurrarmi. 
«Forse lo sto già facendo, Mia» confesso sprofondando in quell’abisso di sentimenti ed emozioni, che fino a un momento fa ero convinto di provare solo in sella a una moto lanciata a tutta velocità.


L'AUTRICE

Desirèe Anna Baldari nasce a Manduria (TA) il 15 luglio del 1991.
Cresciuta a pane, Schumacher, e Formula1, è una grande appassionata di motori a 360°.
Spinta da questo grande amore per il motorsport, il 7 settembre 2018, con lo pseudonimo Lady D., pubblica il suo romanzo di esordio: ICEMAN, che riscuote un notevole successo tra i lettori. Successivamente, ha pubblicato il romanzo breve STILL I RISE, definito da blogger e lettori come una favola moderna e, a breve, pubblicherà il sequel di ICEMAN, YOU ARE UNFORGETTABLE, e tante altre storie ancora.

Commenti

Post più popolari