Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: VIAGGIO NELLA LETTERATURA CON LA PSICOLOGIA

Buongiorno, oggi in collaborazione con Thrillernord, pubblico l'appuntamento mensile con la rubrica di psicologia. Partendo dal libro Il volto dell'assassino di Amy McLellan (trovate la recensione sul blog) vi parlo di prosopagnosia, disturbo del quale è affetta la protagonista del libro.

Autore: Amy McLellan
Traduzione: Maria Elisabetta De Medio
Editore: Corbaccio
Genere: Thriller
Pagine: 360
Anno di pubblicazione: 2020 Link d'acquisto: https://amzn.to/31C3nor
In seguito a un drammatico incidente, Sarah ha cominciato a soffrire di un disturbo neurologico molto particolare: ha perso in parte la memoria, ma soprattutto non riesce più a riconoscere i volti delle persone. Da allora vive con la sorella vedova e con il nipote. Fino a quando, una sera, qualcuno si introduce a casa loro e, mentre Sarah guarda la televisione, la sorella viene pugnalata a morte. Sarah accorre sentendo delle grida provenire dalla cucina, e vede un uomo accanirsi sul corpo della sorella. Ma lei sa che …

Un regalo sotto l'albero: A Lighthouse for Christmas di Samantha Lombardi


Un regalo sotto l'albero: A Lighthouse for Christmas di Samantha Lombardi


Fernando e Graham sono una coppia come tante. Graham, irlandese purosangue, è uno stimato archeologo. Fernando, spagnolo trapiantato a Dublino, è un attore shakespeariano che si paga gli studi lavorando come commesso. Si ritrovano a ridosso delle Feste Natalizie con Graham che vorrebbe fare una sorpresa a Fernando grazie alla complicità di Mina, la miglior amica di quest’ultimo. L’archeologo fingerà di dover partecipare ad una conferenza fuori città, scatenando le ire dello spagnolo convinto di passare il suo primo Natale insieme all’uomo che ama. Una sera però, Fernando ha una visione. Il dono del ragazzo sarà portatore di dubbi o verità? Il loro sarà un Natale felice o una festa da dimenticare? 


ESTRATTO
«Mi ángel che ne dici di prenderci una cioccolata calda? Ho freddo!» propose Fernando al suo compagno, dopo alcune ore che giravano per il mercatino.
«Sea, ne abbiamo proprio bisogno, con questa temperatura polare» rispose guardandosi intorno.
«Non vedo Mina però, dov’è finita?»
«Lo so io dov’è…» sostenne lo spagnolo incamminandosi verso il ponticello laterale che collegava le due piattaforme.
Al centro della seconda isola galleggiante si trovava la pista di pattinaggio; non era molto grande ma decisamente affollata da pattinatori esperti e principianti, genitori con figli, coppie che si muovevano lentamente lungo i bordi e molte altre ferme che guardavano curiosi verso il centro della pista.
«Mina è lì».
«Come fai a saperlo?» chiese Graham.
«Guarda con i tuoi occhi» rispose Fernando facendogli cenno di seguirlo.
La ragazza era lì a dominare la scena, esattamente come quando recitava. Trasportata dalla musica che si diffondeva dagli altoparlanti, pattinava concentrata sulle figure che disegnava sul ghiaccio; eseguiva axel, lutz e piroette con estrema eleganza e con il sorriso sulle labbra.


L'AUTRICE
Samantha Lombardi nasce a Roma nel 1982 dove ancora risiede. Consegue la laurea in Scienze archeologiche e storiche del Mondo Classico ed Orientale nel 2005, discutendo una tesi in Preistoria e Protostoria dal titolo “Le sepolture del Paleolitico Superiore in Italia con Manifestazioni Artistiche”.
Nel 2008 consegue la Laurea Magistrale in Archeologia e storia dell’arte del Mondo Antico e dell’Oriente con lode, discutendo una tesi dal titolo “La Catacomba ebraica di Vigna Randanini”.
Dal maggio del 2014 collabora con la testata giornalistica Il tabloid.it.
Divoratrice instancabile di libri, predilige il genere fantasy, urban fantasy, paranormal, young adult, erotic romance e gialli. Da circa quattro anni ha deciso di mettersi in gioco come scrittrice di romanzi che mescolano al loro interno diversi generi.
All’attivo ha quattro pubblicazioni tutte facenti parte della Twin Flames Series: “Una boule de neige per San Valentino”, "L'albero delle Fiamme Gemelle vol.1 e 2" e "A lighthouse for Christmas ".
Nel tempo libero, oltre leggere, ama viaggiare, fare fotografie e cucinare dolci.
Il suo motto è: "Datemi carta e penna e vi scriverò un mondo".

Commenti

Post più popolari