Passa ai contenuti principali

In primo piano

#92 Profili letterari del Novecento di Salvatore La Moglie

Buongiorno, oggi pubblico la recensione di Profili letterari del Novecento di Salvatore La Moglie, edito Macabor Editore che ringrazio per la copia digitale.

 Autore: Salvatore La Moglie Editore: MacaborPagine: 184Anno di pubblicazione: 2020
Il volume raccoglie sedici profili di autori di dimensione internazionale che, nel Novecento, hanno operato da protagonisti lasciando un’impronta indelebile: Landolfi, Campana, Gadda, Spaziani, Buzzati, Ortese, D’Arrigo, C. Levi, Campo, Calvino, Caproni, Tabucchi, Bufalino, Gatto, Maraini e Berto. Da questi profili emerge non solo la particolare concezione della letteratura del ‘900 dell’autore ma uno spaccato della stessa nostra civiltà letteraria tanto segnata dal Decadentismo e dalla crisi dei valori
della società borghese che, purtroppo, continua in maniera accentuata nell’attuale fase segnata dalla globalizzazione e dal dominio assoluto della tecnica e di internet. Si tratta di un piacevole, arricchente e, pertanto, imperdibile viaggio nel cuor…

#64 Il segreto del rifugio di Mark Edwards

Buon pomeriggio, oggi in collaborazione con Thrillernord pubblico la recensione di Il segreto del rifugio di Mark Edwards edito Amazon Crossing. 


Autore: Mark Edwards
Traduzione: Roberta Maresca
Editore: Amazon Crossing
Genere: Thriller
Pagine: 378
Anno di pubblicazione: 2020

Una bambina scomparsa. Una madre disperata. Una casa piena di segreti. Due anni prima Julia ha visto annegare il marito nel gelido fiume vicino a casa, mentre cercava di salvare la loro bambina, Lily. Ma il corpo della piccola non è mai stato ritrovato. E la madre è convinta che sia ancora viva. Rimasta sola, Julia trasforma quella casa di campagna in un rifugio per scrittori. Lucas, autore di romanzi horror, è ossessionato dalla scomparsa di Lily e vuole scoprire la verità. Ma una serie di eventi inquietanti e inspiegabili mina la pace del rifugio e di tutti i suoi ospiti. Lucas non si arrende e continua a indagare insieme a Julia, fino a scoprire che il bosco intorno a casa nasconde un terribile segreto. Segreto che qualcuno fa di tutto per mantenere celato… Cos’è successo davvero quel giorno sul fiume? Perché la piccola Lily non è più stata ritrovata? E chi, o cosa, sta minacciando il rifugio per scrittori?

Il segreto del rifugio è il terzo libro che leggo di Edwards e ancora una volta non mi ha delusa, anzi. Si trova ancora in vetta alla mia classifica di autori top di thriller perché il romanzo ha tutto ciò che un lettore cerca in questo genere: suspense, terrore, tensione costante, personaggi ben descritti, ambientazione suggestiva e un finale da paura! Vi ho già fatto venire voglia di leggerlo?
Lucas dopo aver pubblicato un libro horror piuttosto acclamato deve trovare la giusta concentrazione per scrivere un libro all’altezza del precedente così si reca al rifugio per scrittori gestito da Julia. Il rifugio si trova nella città in cui Lucas è nato e ha trascorso i primi anni di vita per poi trasferirsi altrove con la famiglia.
Lucas deve e vuole concentrarsi al massimo nella stesura del suo libro ma le distrazioni sono tante, gli altri scrittori che risiedono come lui al rifugio, il rifugio stesso che diventa luogo di numerosi fatti strani, Julia con la sua bellezza che non passa inosservata così come la sua profonda tristezza. Lucas in modo del tutto casuale viene a conoscenza della tragedia che ha colpito la donna il cui marito è morto affogato nel fiume vicino a casa per salvare la figlia Lily. Peccato però che il corpo di Lily non sia mai stato ritrovato, Julia così non riesce ad accettare la sua morte e forse, solo per lei, la bambina è ancora viva.
Lucas così decide di aiutare Julia a fare chiarezza sulla scomparsa di Lily … riusciranno a scoprire la verità? Lily è veramente annegata come il padre o c’è dell’altro? Lucas dovrà fare i conti con il passato, con quello della propria famiglia, con quello degli abitanti del luogo reticenti a parlare e anche con la leggenda della Vedova Rossa che si pensa viva nel bosco limitrofe al rifugio.
Edwards ha saputo creare una trama a regola d’arte, ben articolata e sviluppata con un finale davvero geniale, sorprendente e pienamente soddisfacente.
La descrizione del rifugio e del bosco vicino con l’aggiunta di elementi soprannaturali è davvero suggestiva. Sembra di essere lì con i personaggi del libro, ho provato la loro stessa tensione e paura dell’ignoto. I personaggi sono davvero ben descritti, soprattutto Lucas e Julia che non si possono non amare.
Ho letto Il segreto del rifugio tutto d’un fiato con il cuore in gola e il respiro mozzato.
Queste sono le sensazioni che mi ha fatto provare Edwards e se un autore con i suoi libri ti fa provare questo non si può non leggerlo!

🌟🌟🌟🌟🌟/5🌟


L'AUTORE
Mark Edwards scrive thriller psicologici di successo: ha venduto più di 2 milioni di libri. Racconta storie di gente comune che vive cose spaventose: Stephen King e Donna Tartt sono tra i suoi autori preferiti. Ha lavorato nella coltivazione di fave, nel call center di una società ferroviaria, ha insegnato inglese in Giappone, è stato direttore marketing. In Italia, Amazon Crossing ha pubblicato Lei che ama solo me (2015), L’ultima avventura (2016), Le gazze (2019) e i gialli a quattro mani con Louise Voss L’Accalappiatore di bambini (2017) e Gioia mortale (2019). Vive in Inghilterra con la moglie, i loro tre bambini, un gatto fulvo e un golden retriever.

Commenti

  1. Insomma, un romanzo da non leggere prima di fare una passeggiata in mezzo ai boschi... grazie per la recensione! ♥

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari