Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: VIAGGIO NELLA LETTERATURA CON LA PSICOLOGIA

  Buon pomeriggio, eccomi qui con un nuovo appuntamento con la rubrica di psicologia in collaborazione con Thrillernord. Autore: Torey Hayden Traduzione: Silvia Piracant Editore: Corbaccio Genere: Narrativa Pagine: 349 Anno di pubblicazione: 2009   “Zoo Boy. Le gambe del tavolo erano le sbarre della sua gabbia. Si dondolava, con le braccia sopra la testa, come a proteggersi. Avanti e indietro, avanti e indietro. Un’assistente lo spronava a uscire da sotto il tavolo, ma senza risultato. Lui si dondolava, avanti e indietro, avanti e indietro. “Lo guardavo standomene dietro uno specchio-finestra. “Quanti anni ha?” chiesi alla donna che era alla mia destra. “Quindici”. Non si poteva dirlo più un ragazzo. Mi appoggiai contro il vetro, per vederlo meglio. “Da quanto è qui?” domandai. “Quattro anni.” “Senza mai parlare?” “Senza mai parlare.” La donna alzò gli occhi a guardarmi, nella tetra oscurità di quella stanza dietro lo specchio. “Senza mai far sentire il suono della sua voce”. Così

Segnalazione: La chiave del Paese senza Ombre di Claudia Bergamini e K.J. Boodman

Segnalazione: La chiave del Paese senza Ombre di Claudia Bergamini e K.J. Boodman, in uscita oggi 25 maggio!


Data uscita:  25 maggio
Disponibile sia Ebook che cartaceo
Anche su KindleUnlimited
Genere: Narrativa Fantasy
Un libro che parla di un tema forte .. a voi scoprire quale.

Il Paese senza Ombre è un posto selettivo, è lui a scegliere a chi dare la chiave per entrare.
Solo un bambino alla volta può accedervi.
Solo un bambino dall’ombra spezzata ha diritto a varcare la porta d’ingresso.
Il Paese senza Ombre non è tanto un posto quanto un viaggio.
Holly è la nuova ospite.
Ha undici anni e al suo arrivo viene accolta da una sorridente Lily, una bambina di dodici anni con in testa un enorme cappello che le copre sempre gli occhi.
Sarà lei a scortare Holly in giro per il Paese senza Ombre, sarà lei e gli altri abitanti del posto ad aiutare Holly a liberarsi del suo passato.

ESTRATTO
<< Sì, da bambina ce l’avevo anche con voi, con voi tutti! Il perché, mi chiederete voi? Non mi avevate fatto nulla perché quindi avrei dovuto essere arrabbiata anche con voi? Semplice, vi odiavo proprio perché non avevate fatto nulla. >>
Le persone in sala la guardavano straniti.
Ancora non capivano completamente il significato delle sue parole.
<< Non mi avevate aiutata! Detestavo tutti perché nessuno si era mai preso il disturbo di aiutarmi. >> continuò Holly << Allora, mi chiederete ora, perché hai deciso di aiutare gli altri quando nessuno ha aiutato te? >>
Gli ospiti erano rapiti da quel discorso, non ne perdevano una parola.
<< Perché, alla fine, qualcuno arrivò ad aiutarmi. E per farlo, mi rapì. >>

Commenti

Post più popolari