Passa ai contenuti principali

In primo piano

REVIEW TOUR: Il sentiero delle lucciole di Jane Rose Caruso

  Buongiorno, oggi torno con la recensione di Il sentiero delle lucciole, un libricino davvero molto carino e profondo.  Titolo: Il sentiero delle lucciole Autore: Jane Rose Caruso Editore: self publishing   Data di pubblicazione: 11 Novembre 2020 Genere: racconto romance   In seguito alla morte del padre, Melanie Sophie Spencer, affermata psicologa, è costretta a trasferirsi da Parigi nella fattoria dove è cresciuta, a Conerville.Non è facile, per Melanie, ritrovarsi faccia a faccia con i ricordi più dolci, intimi e dolorosi della sua infanzia: la vita in campagna, i sapori e gli odori di casa, ma anche la morte di sua madre e il bullismo subito da adolescente. Dal passato di Melanie non tornano, però, solo i tramonti infuocati, l’odore del fieno appena tagliato e i malinconici ricordi familiari, ma anche Jonny, il suo migliore amico da bambina, la ragione per cui Melanie è riuscita a sopportare tutto. Per la ragazza inizia uno struggente viaggio nel passato, partendo da Co

BlogTour L'enigma della camera 622: Le opere di Joël Dicker


 Buongiorno, oggi ho il grande piacere di partecipare al BlogTour del libro L'enigma della camera 622 di Joël Dicker. In questa tappa vi parlerò di tutte le opere di Joël Dicker, partendo dagli esordi fino ad arrivare all'ultimo libro. I libri li ho elencati in base all'ordine della prima uscita.

LA TIGRE


Traduttore: Vincenzo Vega
Editore: Bompiani
Pagine: 56
Data di pubblicazione: giugno 2016
(Le Tigre, 2005)
Genere: avventura  

 All’inizio del XX secolo, una notizia drammatica sconvolge l’opinione pubblica di San Pietroburgo, la capitale dell’Impero russo. Nella lontana Siberia una tigre semina il terrore, aggredisce il bestiame e massacra gli abitanti dei villaggi. Pochi testimoni sono riusciti a sfuggire ai suoi assalti. L o zar decide di offrire una ricompensa straordinaria a chi riuscirà a uccidere l’animale, l’equivalente del peso della Tigre in monete d’oro. I migliori cacciatori di tutta la Russia si dirigono verso la Siberia per catturarla, ma l’animale schiva le loro trappole e scompare nella steppa: da preda diventa lei stessa cacciatrice spietata. Nessuno sembra in grado di fermarla finché Ivan, un giovane di San Pietroburgo, decide di farsi avanti. Per avere la meglio sulla Tigre, ricorre a uno stratagemma implacabile e terrificante: l’ultima tappa di un duello avvincente che rischia di ritorcersi contro di lui. 

GLI ULTIMI GIORNI DEI NOSTRI PADRI


Traduttore: Vincenzo Vega
Editore: Bompiani
Pagine: 464
Data di pubblicazione: 2017 
( Les Derniers Jours de Nos Pères, 2011)
Genere: narrativa straniera

 Settant'anni dopo i fatti narrati, Gli ultimi giorni dei nostri padri è uno dei primi romanzi a evocare la creazione della SOE e a raccontare le vere relazioni tra la Resistenza e l'Inghilterra di Churchill
Londra, 1940. Per evitare l'annientamento dell'esercito britannico a Dunkerque, Churchill ha un'idea che cambierà il corso della guerra: creare una squadra di servizi segreti che lavori nella segretezza più assoluta, la SOE, Special Operations Executive. La SOE è incaricata di azioni di sabotaggio e intelligence tra le linee nemiche e coinvolge persone tra la popolazione locale più insospettabile. Il giovane Paul-Émile lascia Parigi per Londra nella speranza di unirsi alla Resistenza. Reclutato dalla SOE, è inserito in un gruppo di connazionali che diventeranno suoi compagni e amici del cuore. Addestrati in Inghilterra, i soldati verranno rimandati nella Francia occupata e scopriranno presto che il controspionaggio tedesco è già in allerta. 

LA VERITA' SUL CASO HARRY QUEBERT


Traduttore: Vincenzo Vega
Editore: Bompiani
Pagine: 775
Data di pubblicazione: 16 giugno 2013
( La Vérité sur l'Affaire Harry Quebert, 2012)
Genere: thriller

 Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d'America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell'oceano. Convinto dell'innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent'anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo. 

La verità sul caso Harry Quebert, è stato il primo libro che ho letto di Dicker. Ho amato sia il libro che la serie tv dal quale è stato tratto, molto fedele al libro. Bellissima la storia d'amore tra Nola e Quebert nonostante gli anni che li separano. Ho apprezzato l'ambientazione cittadina, l'indagine e i vari personaggi, tutti hanno dei segreti inconfessabili! Passato e presente si alternano e i colpi di scena non mancano. Se dovessi scegliere, questo è il libro che preferisco, che mi è rimasto nel cuore.

 IL LIBRO DEI BALTIMORE


 Traduttore: Vincenzo Vega
Editore: La nave di Teseo
Pagine: 592
Data di pubblicazione: 10 maggio 2019 
(Le Livre des Baltimore, 2015) 
Genere: thriller 

Sino al giorno della Tragedia, c'erano due famiglie Goldman. I Goldman di Baltimore e i Goldman di Montclair. Di quest'ultimo ramo fa parte Marcus Goldman, il protagonista di La verità sul caso Harry Quebert. I Goldman di Montclair, New Jersey, sono una famiglia della classe media e abitano in un piccolo appartamento. I Goldman di Baltimore, invece, sono una famiglia ricca e vivono in una bellissima casa nel quartiere residenziale di Oak Park. A loro, alla loro prosperità, alla loro felicità, Marcus ha guardato con ammirazione sin da piccolo, quando lui e i suoi cugini, Hillel e Woody, amavano di uno stesso e intenso amore Alexandra. Otto anni dopo una misteriosa tragedia, Marcus decide di raccontare la storia della sua famiglia: torna con la memoria alla vita e al destino dei Goldman di Baltimore, alle vacanze in Florida e negli Hamptons, ai gloriosi anni di scuola. Ma c'è qualcosa, nella sua ricostruzione, che gli sfugge. Vede scorrere gli anni, scolorire la patina scintillante dei Baltimore, incrinarsi l'amicizia che sembrava eterna con Woody, Hillel e Alexandra. Fino al giorno della Tragedia. E da quel giorno Marcus è ossessionato da una domanda: cosa è veramente accaduto ai Goldman di Baltimore? Qual è il loro inconfessabile segreto?

Ho letto anche Il libro dei Baltimore e ovviamente mi ha appassionata molto. Protagonista è Marcus, lo stesso Marcus di La verità sul caso Harry Quebert. Qui si parla della sua famiglia, della sua genealogia se vogliamo. Marcus ci racconta di come ha vissuto il fatto di appartenere al ramo "più povero" della famiglia Goldman. Ci racconta dell'amicizia con i cugini e con Alexandra, che non ha mai dimenticato. Marcus racconta di come era la vita delle due famiglie, i Goldman di Baltimore e i Goldman di Montclair prima della tragedia. Come sempre i colpi di scena non mancano e la scrittura di Dicker è sempre coinvolgente.

LA SCOMPARSA DI STEPHANIE MAILER


Traduttore: Vincenzo Vega
Editore: La nave di Teseo 
Pagine: 708
Data di pubblicazione: 4 luglio 2019
(La disparition de Stephanie Mailer, 2018)
Genere: thriller 

30 luglio 1994. La cittadina di Orphea, stato di New York, si prepara a inaugurare la prima edizione del locale festival teatrale, quando un terribile omicidio sconvolge l'intera comunità: il sindaco viene ucciso in casa insieme a sua moglie e suo figlio. Nei pressi viene ritrovato anche il cadavere di una ragazza, Meghan, uscita di casa per fare jogging. Il caso viene affidato e risolto da due giovani, promettenti, ambiziosi agenti, giunti per primi sulla scena del crimine: Jesse Rosenberg e Derek Scott. 23 giugno 2014. Jesse Rosenberg, ora capitano di polizia, a una settimana dalla pensione viene avvicinato da una giornalista, Stephanie Mailer, la quale gli annuncia che il caso del 1994 non è stato risolto, che la persona a suo tempo incriminata è innocente. Ma la donna non ha il tempo per fornire le prove, perché pochi giorni dopo viene denunciata la sua scomparsa. Che cosa è successo a Stephanie Mailer? Che cosa aveva scoperto? Se Jesse e Derek si sono sbagliati sul colpevole vent'anni prima, chi è l'autore di quegli omicidi? E cosa è davvero successo la sera del 30 luglio 1994 a Orphea? Derek, Jesse e una nuova collega, la vicecomandante Anna Kanner, dovranno riaprire l'indagine, immergersi nei fantasmi di Orphea. E anche nei propri.

La scomparsa di Stephanie Mailer è forse il libro che mi è piaciuto un po' meno ma è anch'esso molto bello e coinvolgente. Le indagini sono il fulcro della storia, le domande alle quali dare una risposta sono tante. I personaggi sono anch'essi molto numerosi, ben delineati e alcuni curiosi. La trama, come accade in altri libri di Dicker, non è lineare ed è caratterizzata da salti temporali e numerosi colpi di scena.

L'ENIGMA DELLA CAMERA 622


Traduttore: Milena Zemira Ciccimarra
Editore: La nave di teseo
Pagine: 640
Data di pubblicazione: 11 giugno 2020
(L’Énigme de la chambre 622, 2020)
Genere: thriller


Un fine settimana di dicembre, il Palace de Verbier, lussuoso hotel sulle Alpi svizzere, ospita l'annuale festa di una importante banca d'affari di Ginevra, che si appresta a nominare il nuovo presidente.
La notte della elezione, tuttavia, un omicidio nella stanza 622 scuote il Palace de Verbier, la banca e l'intero mondo finanziario svizzero. L'inchiesta della polizia non riesce a individuare il colpevole, molti avrebbero avuto interesse a commettere l'omicidio ma ognuno sembra avere un alibi; e al Palace de Verbier ci si affretta a cancellare la memoria del delitto per riprendere il prima possibile la comoda normalità. Quindici anni dopo, un ignaro scrittore sceglie lo stesso hotel per trascorrere qualche giorno di pace, ma non può fare a meno di farsi catturare dal fascino di quel caso irrisolto, e da una donna avvenente e curiosa, anche lei sola nello stesso hotel, che lo spinge a indagare su cosa sia veramente successo, e perché, nella stanza 622 del Palace de Verbier.


Non c'è bisogno che vi dica che ho letto pure questo dato che è il protagonista dell'evento. Dato che domani pubblicherò la mia recensione a riguardo, vi dico solo che Dicker ha fatto centro un'altra volta e che ha scritto un libro meraviglioso!

Commenti

Post più popolari