Passa ai contenuti principali

In primo piano

RUBRICA: 2MAMME4LIBRI

Buon pomeriggio, è tornato l'appuntamento mensile con la rubrica 2mamme4libri in collaborazione con Francesca Righi. Questa volta il tema scelto è il cibo e di conseguenza abbiamo scelto due libri a testa che trattano di cibo. Per i bambini ho scelto I tre tortellini di Roberto Piumini, mentre per i più grandi ho scelto Estasi culinarie di Muriel Barbery.
ESTASI CULINARIE Autrice: Muriel BarberyEditore: Edizioni e/oPagine: 139Data di pubblicazione: 3 marzo 2010Genere: romanzoLink d'acquisto:https://amzn.to/3mZlGvO

Nel signorile palazzo di rue de Grenelle, già reso celebre dall'"Eleganza del riccio", monsieur Arthens, il più grande critico gastronomico del mondo, il genio della degustazione, è in punto di morte. Il despota cinico e tremendamente egocentrico, che dall'alto del suo potere smisurato decide le sorti degli chef più prestigiosi, nelle ultime ore di vita cerca di recuperare un sapore primordiale e sublime, un sapore provato e che ora gli sfugge, il Sapo…

RUBRICA: 2MAMME4LIBRI

Buon pomeriggio, eccoci di nuovo con la rubrica mensile 2mamme4libri, in collaborazione con Francesca Righi. Questa volta abbiamo deciso di scegliere due libri a testa che parlano di libri. Come libro per bambini ho scelto Libro! di Kristine O'Connell George, mentre per i più grandi ho scelto Aspettami fino all'ultima pagina di Sofìa Rhei.


Aspettami fino all'ultima pagina


Autore: Sofìa Rhei
Editore: Newton Compton Editori
Pagine: 256
Data di pubblicazione: 24 agosto 2017
Genere: romanzo
Link d'acquisto: https://amzn.to/31f3KF5

  Silvia ha quasi quarant'anni, vive e lavora a Parigi e ha una relazione difficile con Alain, un uomo sposato che da mesi le racconta di essere sul punto di lasciare la moglie. Dopo tante promesse, sembra che lui si sia finalmente deciso, ma la fatidica sera in cui dovrebbe trasferirsi da lei, le cose non vanno come previsto. E Silvia, in una spirale di dolore e umiliazione, decide di farla finita con quell'uomo falso e ingannatore e di riprendere in mano la sua vita. Alain però non si dà per vinto, e Silvia non è abbastanza forte da rimanere indifferente alle avances dell'uomo che ama... Dopo giorni e notti di disperazione, viene convinta dalla sua migliore amica a fare visita a un bizzarro terapeuta, il signor O'Flahertie, che sembra sia capace di curare le persone con la letteratura. Grazie ad autori come Oscar Wilde, Italo Calvino, Gustave Flaubert, Mary Shelley, e al potere delle loro storie, Silvia comincia a riflettere su chi sia realmente, su quali siano i suoi desideri più profondi e su cosa invece dovrebbe eliminare dalla sua vita...

 Avete mai creduto al potere terapeutico di un libro? Al fatto che ci sia un libro per ogni male dell'anima e del cuore? Il libro giusto al momento giusto? Beh, se non ci credete Aspettami fino all'ultima pagina vi farà ricredere.  
Silvia è una donna di quasi quarant'anni, di professione fa la biologa e vive a Parigi. Forse anche per il lavoro che fa, Silvia ha una mente analitica, sa essere concreta e razionale. Ma quando si tratta di amore Silvia non sa essere così obiettiva e razionale. Frequenta da diverso tempo Alain, un uomo che inizialmente non credeva fosse sposato. Quando lo ha saputo, Silvia ormai era innamorata e non riusciva più a fare a meno di lui e del suo amore. Come ogni uomo sposato, Alain sostiene di voler lasciare la moglie, di aspettare il momento giusto per farlo. Quando arriva il giorno fatidico in cui Alain si deve trasferire da Silvia per iniziare la loro vita insieme, lui non si fa vivo. Per la ragazza questa è la "goccia che ha fatto traboccare il vaso", per lei è troppo. Inizia a pensare e a realizzare che forse una relazione del genere non fa al caso suo, perché sa che sicuramente Alain si farà vivo di nuovo.
La migliore amica di Silvia, Isabel le consiglia di provare ad andare da un terapeuta che cura le persone con l'utilizzo dei libri. Silvia, che ama da sempre i libri e li custodisce gelosamente nella sua libreria, è incuriosita da questa terapia ma non crede faccia per lei.
Lo struggimento e il dolore per quell'uomo egoista e vigliacco non passano quindi rivaluta l'idea di andare dal signor O'Flahertie.

Il rapporto con Alain le stava infettando la vita. In pratica non c'era niente che non passasse attraverso quel filtro, che non osservasse con gli occhi da innamorata nevrotica e ossessiva che era diventata, chiedendosi se al suo adorato Alain sarebbe piaciuto o meno. Il mondo intero si era trasformato nella mappa, in scala 1:1, della sua strategia per conquistare un uomo che non desiderava essere conquistato.  

O'Flahertie attraverso la lettura di libri come Frankestein di Mary Shelley, autori come Calvino e Oscar Wilde aiuta Silvia a riflettere sulla sua condizione, su ciò che lei vuole davvero per se stessa, per il suo bene. Le parti in cui Silvia va in terapia sono davvero belle e coinvolgenti, sono pura poesia. Da amante dei libri e della letteratura non posso che apprezzare la bellezza che sta nella terapia attraverso la lettura del libro giusto. E' bello vedere il cambiamento che, a poco a poco, avviene in Silvia. 

«Ciascuno di noi è un mostro», le assicurò lui in tono solenne. «Siamo tutti Frankestein. Affinchè risulti evidente, basta guardarsi nello specchio giusto. Siamo fatti di pezzi di cose molto diverse, ciascuno di noi ha parti che sono morte e poi rinate. Occultiamo qualcosa, ci nascondiamo, e in tante situazioni ci spaventa mostrare come siamo fatti realmente. In ciascuno di noi c'è una parte aggressiva. E' molto frequente che, per proteggere gli altri, la rivoltiamo contro noi stessi. E' su questa aggressione che viene da dentro, e che fa tanto soffrire il mostro di Frankestein, che si fonda la scarsa autostima».  

I libri si sa, fanno riflettere. Quando leggiamo un libro, ci accorgiamo che alcune citazioni sembra facciano al caso nostro, che ci possano aiutare in quel dato momento.
Aspettami fino all'ultima pagina è un libro carino, scorrevole e piacevole. La trama non è originale togliendo la parte della terapia alla quale, credo, sia stato dato poco spazio all'interno del racconto.
Consiglio la lettura del libro a chi vuole passare qualche ora in compagnia di un romanzo piacevole e senza troppe pretese.

⭐⭐⭐/2 su 5 ⭐

Libro!


Autrice: Kristine O'Connell George
Illustrazioni: Maggie Smith
Editore: Interlinea
Collana: Rane
Data di pubblicazione: 1 gennaio 2006
Genere: narrativa per bambini
Età: dai 3 anni 
Link d'acquisto: https://amzn.to/2V7L8mH


Un bambino riceve in dono un libro e, insieme al suo gatto, scopre per la prima volta la magia del leggere e gli infiniti modi in cui esso può essere utilizzato per giocare: può diventare un cappello, può essere letto al gatto oppure lo si può far diventare un tesoro da proteggere in un luogo segreto. Un libro che è l'emblema delle idee ispiratrici del progetto Nati Per Leggere, che da anni vuole insegnare anche ai più piccoli l'amore per la lettura e il fascino del libro. 

Libro! è un libro molto carino e simpatico che invoglia i bambini più piccoli a leggere e divertirsi con i libri. 
Protagonista è un bambino che riceve come regalo un libro, appena scartato ne rimane entusiasta. Inizia a sfogliarlo, a leggerlo al gatto, al fratellino, lo usa come un cappello o lo legge dal basso verso l'alto. Insomma, il bambino scopre quanto ci si può divertire con un libro e quanto può essere bello leggerlo tra le braccia della mamma.
I disegni sono molto chiari, luminosi e grandi. In ogni tavola c'è il bambino con il libro, il gatto e un elefantino di pelouche verde. Gli sfondi delle tavole sono tutti colorati, vanno dal rosso, all'arancione, al verde, al blu, al viola, in una sorta di arcobaleno. Le frasi sono scritte in stampatello minuscolo, sono brevi e molto grandi.
Il libro rientra nel progetto Nati per leggere che ha l'obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni.
Mio figlio di 3 anni si è divertito molto a sfogliarlo, a dare voce ai disegni.

Commenti

Post più popolari